Consigli abbigliamento

Per la scelta dell’abbigliamento è essenziale informarsi sul clima della nostra meta.
Di solito è bene optare per un abbigliamento a strati, puntando soprattutto sull’impermeabilità e la resistenza al vento.

Per la parte superiore del corpo vi consiglio un intimo termico o traspirante, un softshell isolante (antivento) e una giacca impermeabile; da aggiungere, solo in caso di giornate più rigide, un pile da indossare tra l’intimo e il softshell.

Per la parte inferiore del corpo, vi consiglio qualcosa di più leggero, immancabile se viaggiate in bici il fondello e pantalone impermeabile; da aggiungere, in caso di giornate rigide, un intimo termico.

Per le scarpe, rigorosamente da trekking, tra i tanti modelli vi consiglio di scegliere quello che  a primo impatto vi sembra il più comodo.

Infine, per quanto riguarda la testa, vi conviene portare con uno scaldacollo, paraorecchie, cappello, e in caso di condizioni più avverse, un passamontagna.

In un viaggio avventuroso la vostra priorità deve essere: impermeabilità, tessuti antivento, leggerezza e comodità nei movimenti.

La mia prima preoccupazione è trovare capi che mi permettano di stare ore e ore sotto la pioggia senza accusare troppo l’acqua e il freddo.

 

 

Pubblicità

Cosa portare in un’avventura bici e tenda

Per qualche misterioso motivo durante l’avventura un freno mi si rompe sempre, ovviamente puntualmente dimentico di portarmi i ricambi e sono costretto a ripararlo come posso!

Quindi al fine di affrontare al meglio l’avventura, la pianificazione dell’attrezzatura e la creazione della famosa ”lista di viaggio” è un passo che non può mancare!

In questa lista ho riportato la mia esperienza, partendo dalle cose essenziali come i viveri, il sapone, le medicine, fino ad arrivare al fornellino ad alcool per preparare pasti caldi.

Di seguito la lista completa, volutamente eccessiva per darvi una idea, se pensate che manchi qualcosa aggiungetela nei commenti!

BICICLETTA
Borse laterali impermeabili
Cavi elastici
Portapacchi
Borsa manubrio
Guanti bici
Borracce
Luce

KIT MANUTENZIONE
Brugola
Cacciavite
Smagliacatena
Chiave per raggi
Cacciagomme
Camere d’aria
Copertoni (solo in caso di terreni impegnativi)
Forcellino
Fascette
Freno a disco o Pattini freni
Kit riparazione (toppe+colla)
Falsa maglia
Chiave pedali

UTILITA’
Fotocamera
Videocamera
Treppiede
Guida paese + cartina
Bussola
Gps
Biglietti volo
Fotocopia passaporto
Kit p.soccorso + medicinali
Mollette
Fiammiferi, accendino, pietra focaia
Nastro da imballaggio
Power Bank
Costume da bagno
Zaino

CAMPEGGIO
Tenda
Sacco a pelo
Materassino
Posate, pentolini, fornellino

ABBIGLIAMENTO
Passamontagna
Paraorecchie
Scaldacollo
T-shirt
Giacche
Pile
Intimo
Pantaloni impermeabili
Scarpe da trekking
Occhiali da sole

IGIENE
Sapone bio
Asciugamano
Spazzolino/dentifricio
Carta igienica bio

VIVERI
Barrette Energetiche
Acqua
Riso in busta
Fagioli
Thè, cioccolata, marmellata
Mais
Minestre

Prendere il volo

Volare, volare, volare per alcuni è un sogno per altri una paura.

Sarebbe bello poter spiccare il volo come Superman o Hancock se non vogliamo essere banali, tuttavia nonostante ripetuti voli dai miei mezzi con atterraggi discutibili, posso assicurarvi che questo potere non ci appartiene.

E così ci tocca l’aereo.

Per la ricerca del volo vi sono numerosi motori di ricerca e altrettante compagnie aeree, sta a voi in base alle vostre esigenze trovare il più economico o più costoso.

Di solito io controllo i voli più economici sui motori di ricerca e poi prenoto sul sito ufficiale della compagnia per evitare tasse extra.

La faccenda si fa più complicata quando portate con voi una bicicletta o altro mezzo.

Trasportare la bici in aereo mette sempre ansia, perché le modalità e il prezzo per il trasporto variano da compagnia a compagnia e soprattutto non si sa mai se le bici arrivano integre.

Per questo è importante in viaggi come questi portarsi attrezzi e pezzi di ricambio, raramente la bici non arriva proprio, ma è meglio non pensarci.
Nella maggior parte dei casi le bici devono essere imballate, con il manubrio bloccato lateralmente, i pedali rimossi, le camere d’aria sgonfiate, e si consiglia del materiale da imballaggio a proteggere le parti più delicate.
In base alle disponibilità economiche si possono usare come contenitori scatoloni o sacche apposite.
Le sacche possono essere rigide o morbide, esistono una grande varietà di marche e modelli, economiche e costose, svolgono bene il loro compito, ma possono risultare scomode da portare con se durante il viaggio, soprattutto quelle rigide.
Lo scatolone è la soluzione più adottata dai cicloviaggiatori, me compreso, e si può rimediare gratuitamente in qualsiasi negozio. Quando arrivate a destinazione potete buttarlo via se avete il tempo e le possibilità di procurarvene un altro per il ritorno, o potete lasciarlo in deposito all’aeroporto.

Per evitare sorprese all’arrivo, lo scatolone va sistemato per bene, ecco un video che vi aiuta nell’intento:Cliccami e impara ad imballare

Sogna, Pianifica, Parti

Il viaggio ha tre fasi: sogno, pianificazione e partenza.

Il sogno alimenta il viaggio, il viaggio alimenta il sogno, se volete iniziare a viaggiare sappiate che entrerete in un loop infinito da cui è difficile uscire.

Nel momento in cui avvertite quel desiderio irrefrenabile di trovarvi in qualche sperduto luogo del globo è il momento di pianificare il vostro viaggio.

Il primo passo concreto per organizzare il vostro viaggio è raccogliere informazioni sulla meta.

Partite dal web, su internet è possibile trovare una buona parte dei contenuti che sono di vostro interesse.

Potete trovare diversi diari e racconti di viaggio, se avete difficoltà a trovare contenuti un buon metodo è cercare in lingua inglese.

Il web è immenso ed all’inizio vi potrà sembrare un po’ dispersivo o poco comprensibile, ma dopo diverse ricerche sarà sempre più semplice.

In alternativa al web, potete acquistare guide o mappe cartacee, le migliori sono Lonely Planet e National Geographic.

Quando vi sentirete pronti, partite!

Con l’esperienza e se siete amanti dell’avventura potrete sintetizzare le fasi a 2:

Sogna e Parti!